Ospedale di Reggio Emilia: la continuità dell’involucro in laterizio