Il momento di passaggio tra la fine degli eventi bellici e l’inizio della prima fase di ricostruzione italiana trova Adalberto Libera pronto a dimostrare il proprio impegno sociale dopo alcuni anni di forzata inattività1. Il periodo 1943-45 è segnato da un’accurata riflessione sul tema domestico, legato allo spazio intimo ed alla dimensione interna, svolta in autonomia e trovando in alcune occasioni proficue esperienze comuni con Giuseppe Vaccaro e Gio Ponti2. Approfondendo inoltre il ruolo del progetto alla scala architettonica ed urbana, Libera riesce a portare a compimento la maturazione di rilevanti questioni sui caratteri della residenza affrontate in maniera discontinua durante gli anni di regime ora in grado di diventare modello pienamente operativo, i cui primi risultati emergono nella costruzione dell’edificio per impiegati Ina a Trento del 1949.

Adalberto Libera e la dimensione domestica dello stare insieme. L’unità d’abitazione orizzontale al quartiere Tuscolano. (Adalberto Libera and the domestic dimension of being together. The Horizontal Housing Project in the Tuscolano Area) / Renzi, Riccardo. - In: FIRENZE ARCHITETTURA. - ISSN 1826-0772. - STAMPA. - 1-2016:(2016), pp. 76-81. [10.13128]

Adalberto Libera e la dimensione domestica dello stare insieme. L’unità d’abitazione orizzontale al quartiere Tuscolano. (Adalberto Libera and the domestic dimension of being together. The Horizontal Housing Project in the Tuscolano Area)

RENZI, RICCARDO
2016

Abstract

Il momento di passaggio tra la fine degli eventi bellici e l’inizio della prima fase di ricostruzione italiana trova Adalberto Libera pronto a dimostrare il proprio impegno sociale dopo alcuni anni di forzata inattività1. Il periodo 1943-45 è segnato da un’accurata riflessione sul tema domestico, legato allo spazio intimo ed alla dimensione interna, svolta in autonomia e trovando in alcune occasioni proficue esperienze comuni con Giuseppe Vaccaro e Gio Ponti2. Approfondendo inoltre il ruolo del progetto alla scala architettonica ed urbana, Libera riesce a portare a compimento la maturazione di rilevanti questioni sui caratteri della residenza affrontate in maniera discontinua durante gli anni di regime ora in grado di diventare modello pienamente operativo, i cui primi risultati emergono nella costruzione dell’edificio per impiegati Ina a Trento del 1949.
1-2016
76
81
Renzi, Riccardo
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
FirenzeArchitettura2016-1 pp76-81 (Renzi).pdf

accesso aperto

Tipologia: Pdf editoriale (Version of record)
Licenza: Creative commons
Dimensione 1.13 MB
Formato Adobe PDF
1.13 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/1072738
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact