L’intervento aggiunge tasselli di rivelante interesse alla biografica artistica di una delle prime, più importanti e famose comiche dell’Arte, l’attrice romana Barbara Flaminia, che esordì e fu celebrata a Mantova negli anni Sessanta del Cinquecento. Le nuove acquisizioni aggiungono informazioni alla sua biografia, la pongono in relazione con importanti artisti e letterati della sua epoca, quali Giorgio Vasari e Bernardo Tasso, ampliano infine il confine geografico delle sulle sue interpretazioni italiane aggiungendo alla piazza mantovana anche quelle, non meno prestigiose, di Firenze e Ferrara. Il ritratto dell’attrice, dal talento versatile, ampio e articolato, viene così meglio definito e il quadro delle sue performance appare più ricco mostrandola capace di esprimersi egregiamente non solo nelle commedie ‘all’improvviso’, ma anche in spettacoli musicali e canori di matrice cortigiana e accademica.

Barbara Flaminia attrice e cantante tra piazza e accademia. Ipotesi di collaborazioni con Giorgio Vasari, Bernardo Buontalenti e Torquato Tasso / Simoncini, Francesca. - STAMPA. - (2016), pp. 304-315. ((Intervento presentato al convegno Maestranze, artisti e apparatori per la scena dei Gonzaga (1480-1630) tenutosi a Mantova nel 26-28 febbraio 2015.

Barbara Flaminia attrice e cantante tra piazza e accademia. Ipotesi di collaborazioni con Giorgio Vasari, Bernardo Buontalenti e Torquato Tasso.

SIMONCINI, FRANCESCA
2016

Abstract

L’intervento aggiunge tasselli di rivelante interesse alla biografica artistica di una delle prime, più importanti e famose comiche dell’Arte, l’attrice romana Barbara Flaminia, che esordì e fu celebrata a Mantova negli anni Sessanta del Cinquecento. Le nuove acquisizioni aggiungono informazioni alla sua biografia, la pongono in relazione con importanti artisti e letterati della sua epoca, quali Giorgio Vasari e Bernardo Tasso, ampliano infine il confine geografico delle sulle sue interpretazioni italiane aggiungendo alla piazza mantovana anche quelle, non meno prestigiose, di Firenze e Ferrara. Il ritratto dell’attrice, dal talento versatile, ampio e articolato, viene così meglio definito e il quadro delle sue performance appare più ricco mostrandola capace di esprimersi egregiamente non solo nelle commedie ‘all’improvviso’, ma anche in spettacoli musicali e canori di matrice cortigiana e accademica.
Maestranze, artisti e apparatori per la scena dei Gonzaga (1480-1630)
Maestranze, artisti e apparatori per la scena dei Gonzaga (1480-1630)
Mantova
26-28 febbraio 2015
Simoncini, Francesca
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/1073820
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact