Il saggio verte sull’analisi di alcuni racconti de Le notti romane di Giorgio Vigolo, raccolta pubblicata per la prima volta da Bompiani nel 1960 e in veste ritoccata nel 1965, soffermandosi su alcune costanti della tecnica compositiva dello scrittore. Tra le pagine protagonista indiscussa è Roma, città onirica e spettrale, aerea e metafisica, ricca di anfratti simbolici, sospesa tra apparizioni e presentimenti, in un impianto costitutivamente visionario che omaggia la ‘naturale’ vocazione di Vigolo al ‘meraviglioso’ e, al contempo, illumina le più autentiche ragioni spirituali e artistiche della sua scrittura.

In attesa dell’alba. Le Notti Romane di Giorgio Vigolo / Francesca Castellano. - In: STUDI ITALIANI. - ISSN 1121-0621. - STAMPA. - XXVIII:(2016), pp. 81-103.

In attesa dell’alba. Le Notti Romane di Giorgio Vigolo

CASTELLANO, FRANCESCA PIA
2016

Abstract

Il saggio verte sull’analisi di alcuni racconti de Le notti romane di Giorgio Vigolo, raccolta pubblicata per la prima volta da Bompiani nel 1960 e in veste ritoccata nel 1965, soffermandosi su alcune costanti della tecnica compositiva dello scrittore. Tra le pagine protagonista indiscussa è Roma, città onirica e spettrale, aerea e metafisica, ricca di anfratti simbolici, sospesa tra apparizioni e presentimenti, in un impianto costitutivamente visionario che omaggia la ‘naturale’ vocazione di Vigolo al ‘meraviglioso’ e, al contempo, illumina le più autentiche ragioni spirituali e artistiche della sua scrittura.
XXVIII
81
103
Francesca Castellano
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/1083926
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact