Il folto carteggio tra Enrico Falqui e Giuseppe De Robertis consta di 1597 missive, che rendono conto dell’atmosfera culturale di un ampio periodo, dal 1933 al 1963, e testimoniano non solo il profondo rapporto amicale che legava i due, ma anche le loro spiccate capacità progettuali, che vengono messe in pratica sia in ambito filologico sia editoriale. Oltre alla straordinaria attitudine a comportarsi da manager e da editor, si presentano in questa sede alcuni progetti degli anni Quaranta che illustrano appieno la loro stretta collaborazione: l’edizione delle Poesie disperse con l’apparato critico di tutte le varianti delle poesie di Giuseppe Ungaretti affidata a De Robertis, prima edizione genetica dell’opera di un autore vivente, l’edizione dei Canti orfici di Dino Campana curata da Falqui, e la gestazione di un’antologia di racconti italiani del Novecento per l’editore Sansoni, la cui curatela è affidata a entrambi.

«Noi si lavora per vocazione». Progetti filologici ed editoriali nel carteggio tra Enrico Falqui e Giuseppe De Robertis / Antonio D'Ambrosio. - In: QUADERNI DEL '900. - ISSN 1720-0180. - STAMPA. - 18:(2018), pp. 55-64.

«Noi si lavora per vocazione». Progetti filologici ed editoriali nel carteggio tra Enrico Falqui e Giuseppe De Robertis.

Antonio D'Ambrosio
2018

Abstract

Il folto carteggio tra Enrico Falqui e Giuseppe De Robertis consta di 1597 missive, che rendono conto dell’atmosfera culturale di un ampio periodo, dal 1933 al 1963, e testimoniano non solo il profondo rapporto amicale che legava i due, ma anche le loro spiccate capacità progettuali, che vengono messe in pratica sia in ambito filologico sia editoriale. Oltre alla straordinaria attitudine a comportarsi da manager e da editor, si presentano in questa sede alcuni progetti degli anni Quaranta che illustrano appieno la loro stretta collaborazione: l’edizione delle Poesie disperse con l’apparato critico di tutte le varianti delle poesie di Giuseppe Ungaretti affidata a De Robertis, prima edizione genetica dell’opera di un autore vivente, l’edizione dei Canti orfici di Dino Campana curata da Falqui, e la gestazione di un’antologia di racconti italiani del Novecento per l’editore Sansoni, la cui curatela è affidata a entrambi.
2018
18
55
64
Antonio D'Ambrosio
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
D'Ambrosio_Quaderni_del_900_2018.pdf

Accesso chiuso

Descrizione: Articolo.
Tipologia: Pdf editoriale (Version of record)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 218.9 kB
Formato Adobe PDF
218.9 kB Adobe PDF   Richiedi una copia

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificatore per citare o creare un link a questa risorsa: https://hdl.handle.net/2158/1175026
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact