L’opinione pubblica alla base del diritto di punire: frammenti di una nuova teoria della pena?