La scelta artistica di un capitano di ventura: il ciclo arturiano di Frugarolo