All’interno del campo d’indagine che studia le innovazioni tecnologiche e dei materiali per l’industria, un valido contributo è rappresentato dall’ex zuccherificio di Granaiolo, costruito tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo, uno dei primi esempi di industria saccarifera in Toscana. L’imponente struttura, posta tra la frazione di Fontanella e la linea ferroviaria Empoli-Siena che la costeggia, un tempo era punto di riferimento per la comunità e dava lavoro a centinaia di operai durante le campagne saccarifere. Il valore dell’ex impianto industriale, tuttavia, non risiede solo nella memoria storica che esso rappresenta in quanto luogo di lavoro, ma è evidente anche nell’aspetto costruttivo e quali¬tativo della sua architettura: il cantiere è il risultato di un dialogo costante tra tradizione e innovazione, la prima riconoscibile nella struttura portante esterna in muratura, la seconda evidente nella scansione ritmica interna dei pilastri in acciaio, nelle complesse carpenterie metalliche delle coperture e nei sofisticati telai delle aperture. Nonostante il pragmatismo costruttivo di un edificio finalizzato a scopi produttivi, il cantiere dell’ex zuccherificio è esemplare per le soluzioni tecnologiche di alto livello che riflettono, anche visivamente, i nuovi raggiungimenti architettonici in atto in quegli anni, senza però rinunciare alle virtù della tradizione. In the field of investigation that studies technological innovations and materials for industry, a good example is represented by the former sugar factory located in Granaiolo, built between the end of the nineteenth and the beginning of the twentieth century, one of the first sugar factory in Tuscany. The massive structure is located between Fontanella’s village and the railway from Empoli to Siena and it was once a reference point for the community because hundreds of workers were employed during the sugar campaigns. However, the value of the former industrial plant lies not only in the historical memory that it represents as a workplace, but it’s also evident in the constructive and qualitative aspect of its architecture: the construction site is the result of constant dialogue between tradition and innovation, the first one is recognizable in the external brick structure, the second one, instead, is evident in the internal rhythmic scanning of the steel pillars, in the complex metal carpentry of the roofs and in the sophisticated fixtures. Despite the constructive pragmatism of a building is aimed at production purposes, the site of the sugar factory is exemplary for the high-level technological solutions that reflect the architectural achievements of those years, keeping the virtues of tradition untouched.

La fabbrica tra tradizione e innovazione: il caso dell’ex zuccherificio di Granaiolo / Pietro Matracchi, Milena Lorusso, Denise Fresu. - ELETTRONICO. - (2022), pp. 0-0. ((Intervento presentato al convegno 2° Stati Generali del Patrimonio Industriale tenutosi a Roma-Tivoli nel 9-11 giugno 2022.

La fabbrica tra tradizione e innovazione: il caso dell’ex zuccherificio di Granaiolo

Pietro Matracchi;Milena Lorusso;Denise Fresu
2022

Abstract

All’interno del campo d’indagine che studia le innovazioni tecnologiche e dei materiali per l’industria, un valido contributo è rappresentato dall’ex zuccherificio di Granaiolo, costruito tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo, uno dei primi esempi di industria saccarifera in Toscana. L’imponente struttura, posta tra la frazione di Fontanella e la linea ferroviaria Empoli-Siena che la costeggia, un tempo era punto di riferimento per la comunità e dava lavoro a centinaia di operai durante le campagne saccarifere. Il valore dell’ex impianto industriale, tuttavia, non risiede solo nella memoria storica che esso rappresenta in quanto luogo di lavoro, ma è evidente anche nell’aspetto costruttivo e quali¬tativo della sua architettura: il cantiere è il risultato di un dialogo costante tra tradizione e innovazione, la prima riconoscibile nella struttura portante esterna in muratura, la seconda evidente nella scansione ritmica interna dei pilastri in acciaio, nelle complesse carpenterie metalliche delle coperture e nei sofisticati telai delle aperture. Nonostante il pragmatismo costruttivo di un edificio finalizzato a scopi produttivi, il cantiere dell’ex zuccherificio è esemplare per le soluzioni tecnologiche di alto livello che riflettono, anche visivamente, i nuovi raggiungimenti architettonici in atto in quegli anni, senza però rinunciare alle virtù della tradizione. In the field of investigation that studies technological innovations and materials for industry, a good example is represented by the former sugar factory located in Granaiolo, built between the end of the nineteenth and the beginning of the twentieth century, one of the first sugar factory in Tuscany. The massive structure is located between Fontanella’s village and the railway from Empoli to Siena and it was once a reference point for the community because hundreds of workers were employed during the sugar campaigns. However, the value of the former industrial plant lies not only in the historical memory that it represents as a workplace, but it’s also evident in the constructive and qualitative aspect of its architecture: the construction site is the result of constant dialogue between tradition and innovation, the first one is recognizable in the external brick structure, the second one, instead, is evident in the internal rhythmic scanning of the steel pillars, in the complex metal carpentry of the roofs and in the sophisticated fixtures. Despite the constructive pragmatism of a building is aimed at production purposes, the site of the sugar factory is exemplary for the high-level technological solutions that reflect the architectural achievements of those years, keeping the virtues of tradition untouched.
Stati Generali del Patrimonio Industriale 2022
2° Stati Generali del Patrimonio Industriale
Roma-Tivoli
9-11 giugno 2022
Pietro Matracchi, Milena Lorusso, Denise Fresu
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
stati generali2022_matracchi et al.pdf

Accesso chiuso

Tipologia: Pdf editoriale (Version of record)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 7.86 MB
Formato Adobe PDF
7.86 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2158/1277599
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact