During the time of the pandemic, one of the life contexts that passed under collective silence was that of the penitentiary. The time of confinement is a time dedicated to re-education, to the possibility of developing knowledge and skills that can offer a new perspective with which to look at one's role in the world. In adolescence, prison is an extreme measure that aims precisely at trying to give an educational and transformative response, through cultural, artistic and scholastic activities. A contact with the world of education in a broad sense and of the school more specifically, which allows adolescents in prison to enter into dynamics with significant adults and to experience valuable teaching-learning processes, especially through the educational relationship and emotional skills. affective that characterize it. During the pandemic this delicate re-educational process stopped and with it all the different relational dimensions, leaving adolescents in a state of deep emotional deprivation and in a state of painful isolation. If what has happened cannot be changed, it can be a reason for reflection to re-read the value of affectivity in relationships and from here to start again to define a new way of building educational dynamics. _____________ Durante il tempo della pandemia, uno dei contesti di vita che è passato sotto il silenzio collettivo è stato quello penitenziario. Il tempo della reclusione è un tempo dedicato alla rieducazione, alla possibilità di sviluppare conoscenze e competenze che possano offrire una nuova prospettiva con cui guardare il proprio ruolo nel mondo. Nell’età adolescenziale il carcere è una misura estrema che mira proprio a cercare di dare una risposta educativa e trasformativa, attraverso le attività culturali, artistiche, scolastiche. Un contatto con il mondo della formazione in senso ampio e della scuola più nello specifico, che permette agli adolescenti reclusi di entrare in dinamica con adulti significativi e di vivere processi di insegnamento-apprendimento di valore, soprattutto attraverso la relazione educativa e le competenze emotivo-affettive che la caratterizzano. Durante la pandemia questo delicato percorso rieducativo si è fermato e con esso tutte le diverse dimensioni relazionali, lasciando gli adolescenti in uno stato di deprivazione emotiva profonda e in uno stato di isolamento doloroso. Se ciò che è avvenuto non si può cambiare, può essere motivo di riflessione per rileggere il valore dell’affettività nelle relazioni e da qui ripartire per definire un nuovo modo di costruire le dinamiche educative.

Essere adolescenti detenuti negli istituti penali minorili durante la pandemia Riflessioni sulla perdita della dimensione relazionale nel percorso (ri)educativo / Maria Rita Mancaniello. - In: CRITICAL HERMENEUTICS. - ISSN 2533-1825. - ELETTRONICO. - 6:(2022), pp. 123-150.

Essere adolescenti detenuti negli istituti penali minorili durante la pandemia Riflessioni sulla perdita della dimensione relazionale nel percorso (ri)educativo

Maria Rita Mancaniello
2022

Abstract

During the time of the pandemic, one of the life contexts that passed under collective silence was that of the penitentiary. The time of confinement is a time dedicated to re-education, to the possibility of developing knowledge and skills that can offer a new perspective with which to look at one's role in the world. In adolescence, prison is an extreme measure that aims precisely at trying to give an educational and transformative response, through cultural, artistic and scholastic activities. A contact with the world of education in a broad sense and of the school more specifically, which allows adolescents in prison to enter into dynamics with significant adults and to experience valuable teaching-learning processes, especially through the educational relationship and emotional skills. affective that characterize it. During the pandemic this delicate re-educational process stopped and with it all the different relational dimensions, leaving adolescents in a state of deep emotional deprivation and in a state of painful isolation. If what has happened cannot be changed, it can be a reason for reflection to re-read the value of affectivity in relationships and from here to start again to define a new way of building educational dynamics. _____________ Durante il tempo della pandemia, uno dei contesti di vita che è passato sotto il silenzio collettivo è stato quello penitenziario. Il tempo della reclusione è un tempo dedicato alla rieducazione, alla possibilità di sviluppare conoscenze e competenze che possano offrire una nuova prospettiva con cui guardare il proprio ruolo nel mondo. Nell’età adolescenziale il carcere è una misura estrema che mira proprio a cercare di dare una risposta educativa e trasformativa, attraverso le attività culturali, artistiche, scolastiche. Un contatto con il mondo della formazione in senso ampio e della scuola più nello specifico, che permette agli adolescenti reclusi di entrare in dinamica con adulti significativi e di vivere processi di insegnamento-apprendimento di valore, soprattutto attraverso la relazione educativa e le competenze emotivo-affettive che la caratterizzano. Durante la pandemia questo delicato percorso rieducativo si è fermato e con esso tutte le diverse dimensioni relazionali, lasciando gli adolescenti in uno stato di deprivazione emotiva profonda e in uno stato di isolamento doloroso. Se ciò che è avvenuto non si può cambiare, può essere motivo di riflessione per rileggere il valore dell’affettività nelle relazioni e da qui ripartire per definire un nuovo modo di costruire le dinamiche educative.
6
123
150
Goal 4: Quality education
Goal 10: Reduced inequalities
Maria Rita Mancaniello
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
PDF Pubblicato.pdf

accesso aperto

Tipologia: Pdf editoriale (Version of record)
Licenza: Open Access
Dimensione 4.96 MB
Formato Adobe PDF
4.96 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2158/1280933
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact