La Sclerosi Multipla (SM) influisce gravemente sulla qualità della vita del paziente; pertanto, definire dei regimi di trattamento ottimali è un obiettivo clinico fondamentale. L’attuale terapia, a base di immunomodulatori e antinfiammatori, è in grado di ridurre la gravità degli attacchi e la frequenza delle recidive, ma non è efficace nell’impedisce la progressione della patologia e l’aggravarsi della sintomatologia. Lo zenzero è uno degli integratori alimentari più usati al mondo per le sue proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e neuroprotettive. Su queste basi abbiamo decido di stabilire l'efficacia di un estratto standardizzato di Zingiber officinale Roscoe (ZOE) sui sintomi clinici nei modelli murini di sclerosi multipla EAE (disabilità motoria, perdita di peso corporeo, ipersensibilità al dolore) e stabilire il suo meccanismo d’azione nel midollo spinale di questi animali. La somministrazione di ZOE 200 mg/kg per via orale migliora l’allodinia meccanica, l’iperalgesia termica e l’attività motoria. ZOE, negli animali EAE, ha mostrato una forte attività antinfiammatoria sia a livello periferico che centrale. Risultati positivi da questo studio indicherebbero lo zenzero come un intervento nutraceutico sicuro per migliorare la sintomatologia della SM e la qualità della vita dei pazienti.

ESTRATTO STANDARDIZZATO DI ZINGIBER OFFICINALE ROSCOE COME INTERVENTO NUTRACEUTICO NEUROPROTETTIVO PER IL CONTROLLO DEGLI ESITI CLINICI E BIOLOGICI DELLA SCLEROSI MULTIPLA / Vittoria Borgonetti, Mirco Giusti, Francesca Gamuzza, Martina Morozzi, Chiara Sasia, Maddalena Giomi, Livia Comparini, Nicoletta Galeotti. - STAMPA. - (2022), pp. 47-48. ((Intervento presentato al convegno XXX CONGRESSO NAZIONALE DI FITOTERAPIA.

ESTRATTO STANDARDIZZATO DI ZINGIBER OFFICINALE ROSCOE COME INTERVENTO NUTRACEUTICO NEUROPROTETTIVO PER IL CONTROLLO DEGLI ESITI CLINICI E BIOLOGICI DELLA SCLEROSI MULTIPLA

Vittoria Borgonetti;Nicoletta Galeotti
2022

Abstract

La Sclerosi Multipla (SM) influisce gravemente sulla qualità della vita del paziente; pertanto, definire dei regimi di trattamento ottimali è un obiettivo clinico fondamentale. L’attuale terapia, a base di immunomodulatori e antinfiammatori, è in grado di ridurre la gravità degli attacchi e la frequenza delle recidive, ma non è efficace nell’impedisce la progressione della patologia e l’aggravarsi della sintomatologia. Lo zenzero è uno degli integratori alimentari più usati al mondo per le sue proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e neuroprotettive. Su queste basi abbiamo decido di stabilire l'efficacia di un estratto standardizzato di Zingiber officinale Roscoe (ZOE) sui sintomi clinici nei modelli murini di sclerosi multipla EAE (disabilità motoria, perdita di peso corporeo, ipersensibilità al dolore) e stabilire il suo meccanismo d’azione nel midollo spinale di questi animali. La somministrazione di ZOE 200 mg/kg per via orale migliora l’allodinia meccanica, l’iperalgesia termica e l’attività motoria. ZOE, negli animali EAE, ha mostrato una forte attività antinfiammatoria sia a livello periferico che centrale. Risultati positivi da questo studio indicherebbero lo zenzero come un intervento nutraceutico sicuro per migliorare la sintomatologia della SM e la qualità della vita dei pazienti.
21 (1-2)
XXX CONGRESSO NAZIONALE DI FITOTERAPIA
Vittoria Borgonetti, Mirco Giusti, Francesca Gamuzza, Martina Morozzi, Chiara Sasia, Maddalena Giomi, Livia Comparini, Nicoletta Galeotti
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2158/1281682
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact