I progetti del Dipartimento Materno Infantile e del Polo Oncoematologico, dell'anno precedente, rappresentano la conclusione degli studi e delle ricerche per l’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia. Entrambi questi progetti non sono stati realizzati. Il Dipartimento Materno Infantile è una struttura specialistica opportunamente collegata all’ ospedale principale, di cui costituisce parte integrante, nei suoi livelli fondamentali (livello terreno per l’instradamento dei pazienti; livello primo per l’instradamento dei visitatori; livello interrato per i materiali). La pianta assume, come schema distributivo, una configurazione a doppio anello, per consentire la massima flessibilità di uso e di utilizzo, con due corti, una coperta, per la permanenza piacevole dei visitatori, e una scoperta. L’ identità di questo edificio è raggiunta e ottenuta con elementi fissi e ripetuti, appunto con elementi tipizzati. Questo è il primo momento in cui si manifesta la volontà di definire un ordine razionale per costruire e rendere riconoscibile un aspetto del reale, una istituzione.

Ospedale S. Maria Nuova, Reggio Emilia - Dipartimento Materno Infantile / Alberto Manfredini. - (2009).

Ospedale S. Maria Nuova, Reggio Emilia - Dipartimento Materno Infantile

Alberto Manfredini
2009

Abstract

I progetti del Dipartimento Materno Infantile e del Polo Oncoematologico, dell'anno precedente, rappresentano la conclusione degli studi e delle ricerche per l’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia. Entrambi questi progetti non sono stati realizzati. Il Dipartimento Materno Infantile è una struttura specialistica opportunamente collegata all’ ospedale principale, di cui costituisce parte integrante, nei suoi livelli fondamentali (livello terreno per l’instradamento dei pazienti; livello primo per l’instradamento dei visitatori; livello interrato per i materiali). La pianta assume, come schema distributivo, una configurazione a doppio anello, per consentire la massima flessibilità di uso e di utilizzo, con due corti, una coperta, per la permanenza piacevole dei visitatori, e una scoperta. L’ identità di questo edificio è raggiunta e ottenuta con elementi fissi e ripetuti, appunto con elementi tipizzati. Questo è il primo momento in cui si manifesta la volontà di definire un ordine razionale per costruire e rendere riconoscibile un aspetto del reale, una istituzione.
Alberto Manfredini
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
BN_IMG_0595.jpg

accesso aperto

Descrizione: Veduta modello
Tipologia: Altro
Licenza: Open Access
Dimensione 1.17 MB
Formato JPEG
1.17 MB JPEG Visualizza/Apri
BN_IMG_0594.jpg

accesso aperto

Descrizione: Spaccato longitudinale modello
Tipologia: Altro
Licenza: Open Access
Dimensione 842.45 kB
Formato JPEG
842.45 kB JPEG Visualizza/Apri
IMG_0592.JPG

accesso aperto

Descrizione: Pianta tipo - Prospetti
Tipologia: Altro
Licenza: Open Access
Dimensione 275.98 kB
Formato JPEG
275.98 kB JPEG Visualizza/Apri

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/1281902
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact