L’uso del corpo dell’imputato come fonte di prova impone una ricognizione dei limiti del privilegio contro l’autoincriminazione. La distinzione tra prove volontà-dipendenti e prove volontà-indipendenti risulta indi-spensabile per individuare nelle fonti sovraordinate i modelli di tutela ed i paradigmi acquisitivi che ope-rano nella materia in esame. Nel medesimo quadro esegetico può e deve trovare collocazione, sia pure colta nelle peculiarità che la caratterizzano, la schedatura di dati personali ad alto rischio. The use of the defendant’s body as a source of evidence requires a recognition of the limits of the privi-lege against self-incrimination. The distinction between will-dependent tests and will-independent tests is essential to identify in the superordinate sources the protection models and acquisition paradigms that operate in the matter under examination. The collection of high-risk personal data for filing purposes can and must find a place in the same exegetical framework, albeit examined in the peculiarities that charac-terize it.

Il corpo dell’imputato come prova: il diritto di non collaborare tra prospettive sovraordinate, suggestioni storiche e polifunzionalità dei dati / carlotta conti. - In: DIRITTO PENALE E PROCESSO. - ISSN 1591-5611. - STAMPA. - (2024), pp. 109-122.

Il corpo dell’imputato come prova: il diritto di non collaborare tra prospettive sovraordinate, suggestioni storiche e polifunzionalità dei dati

carlotta conti
2024

Abstract

L’uso del corpo dell’imputato come fonte di prova impone una ricognizione dei limiti del privilegio contro l’autoincriminazione. La distinzione tra prove volontà-dipendenti e prove volontà-indipendenti risulta indi-spensabile per individuare nelle fonti sovraordinate i modelli di tutela ed i paradigmi acquisitivi che ope-rano nella materia in esame. Nel medesimo quadro esegetico può e deve trovare collocazione, sia pure colta nelle peculiarità che la caratterizzano, la schedatura di dati personali ad alto rischio. The use of the defendant’s body as a source of evidence requires a recognition of the limits of the privi-lege against self-incrimination. The distinction between will-dependent tests and will-independent tests is essential to identify in the superordinate sources the protection models and acquisition paradigms that operate in the matter under examination. The collection of high-risk personal data for filing purposes can and must find a place in the same exegetical framework, albeit examined in the peculiarities that charac-terize it.
2024
109
122
carlotta conti
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificatore per citare o creare un link a questa risorsa: https://hdl.handle.net/2158/1357213
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact