GIOVANNI PASCOLI: IL SOGNO, IL MITO E LA POESIA