L'IO E LA SCRITTURA: "PASSI PASSAGGI" DI ANTONIO PORTA