Un approccio tecnicistico/monocolturale per lo sviluppo geotermoelettrico può produrre scelte poco congruenti con l'ambiente ed il paesaggio, ovvero che le scelte di localizzazione delle centrali e degli impianti connessi non siano conseguenti ad una analisi-valutazione dello stato di fatto di tutti gli elementi territoriali e paesistici, che gli studi preventivi siano elaborati a posteriori rispetto a scelte già predefinite e tarate solo su criteri di opportunità economica e tecnico-produttiva e che non si considerino appieno tutte le significative e complesse componenti territoriali né le diverse ipotesi di assetto e tutela previste, ritenendo l'area oggetto degli interventi come un ambito sostanzialmente indifferenziato. Ma quali passaggi logici debbono invece essere predisposti per saper se l'iniziativa Geotermia è buona o cattiva, se le collettività locali debbono essere invitate a rigettarla o perseguirla, se la convenienza economica è in sintonia con quella ambientale e con la riproducibilità delle risorse?

Metodologie di studio e valutazione di impatto per gli impianti geotermoelettrici ed infrastrutture connesse / L. Vallerini. - STAMPA. - (1996), pp. 222-231. ((Intervento presentato al convegno CONFERENZA REGIONALE SULL'ENERGIA tenutosi a PALAZZO DEGLI AFFARI - FIRENZE nel 12-14 giugno 1996.

Metodologie di studio e valutazione di impatto per gli impianti geotermoelettrici ed infrastrutture connesse

VALLERINI, LORENZO
1996

Abstract

Un approccio tecnicistico/monocolturale per lo sviluppo geotermoelettrico può produrre scelte poco congruenti con l'ambiente ed il paesaggio, ovvero che le scelte di localizzazione delle centrali e degli impianti connessi non siano conseguenti ad una analisi-valutazione dello stato di fatto di tutti gli elementi territoriali e paesistici, che gli studi preventivi siano elaborati a posteriori rispetto a scelte già predefinite e tarate solo su criteri di opportunità economica e tecnico-produttiva e che non si considerino appieno tutte le significative e complesse componenti territoriali né le diverse ipotesi di assetto e tutela previste, ritenendo l'area oggetto degli interventi come un ambito sostanzialmente indifferenziato. Ma quali passaggi logici debbono invece essere predisposti per saper se l'iniziativa Geotermia è buona o cattiva, se le collettività locali debbono essere invitate a rigettarla o perseguirla, se la convenienza economica è in sintonia con quella ambientale e con la riproducibilità delle risorse?
Atti della conferenza regionale sull'energia
CONFERENZA REGIONALE SULL'ENERGIA
PALAZZO DEGLI AFFARI - FIRENZE
12-14 giugno 1996
L. Vallerini
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2158/16062
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact