Alla luce dei recenti Summit sullo stato di salute del nostro pianeta e della consapevolezza della limitatezza delle risorse energetiche non rinnovabili, si impone una rifondazione delle strategie progettuali basate sulla filosofia di sviluppo sostenibile. Risulta fondamentale dunque riconsiderare la progettazione degli edifici sulla base di target energetici e di qualità ambientale coniugati con il rispetto dell’ambiente ed un uso appropriato delle risorse rinnovabili. Attualmente, nel nostro Paese l’attitudine del sistema edificio-impianto a controllare il consumo di energia avviene tramite il rispetto degli indici prestazionali fissati dalla Legge 10/91 e dai relativi Decreti Attuativi, secondo la cui filosofia il fabbisogno energetico dovrebbe essere soddisfatto favorendo il ricorso a fonti rinnovabili di energia o ad esse assimilate. In un futuro prossimo, inoltre, con la “Certificazione Energetica” si dovrà essere in grado di attestare le prestazioni energetiche di un edificio o di un singolo alloggio. Scopo della memoria è quello di presentare i risultati di una ricerca attualmente in corso presso il Laboratorio di Fisica Ambientale per la Qualità Edilizia avente per oggetto l’analisi delle prestazioni del target energetico della passivhaus (“casa passiva”) e le strategie finalizzate alla sua adozione in area mediterranea.

DALLE CASE A BASSO CONSUMO ENERGETICO ALLE CASE PASSIVE / F. SCIURPI; C. CARLETTI. - STAMPA. - unico(2004), pp. 187-190. ((Intervento presentato al convegno CONVEGNO NAZIONALE ABITA tenutosi a FIRENZE nel 20-21 ottobre 2004.

DALLE CASE A BASSO CONSUMO ENERGETICO ALLE CASE PASSIVE

SCIURPI, FABIO;CARLETTI, CRISTINA
2004

Abstract

Alla luce dei recenti Summit sullo stato di salute del nostro pianeta e della consapevolezza della limitatezza delle risorse energetiche non rinnovabili, si impone una rifondazione delle strategie progettuali basate sulla filosofia di sviluppo sostenibile. Risulta fondamentale dunque riconsiderare la progettazione degli edifici sulla base di target energetici e di qualità ambientale coniugati con il rispetto dell’ambiente ed un uso appropriato delle risorse rinnovabili. Attualmente, nel nostro Paese l’attitudine del sistema edificio-impianto a controllare il consumo di energia avviene tramite il rispetto degli indici prestazionali fissati dalla Legge 10/91 e dai relativi Decreti Attuativi, secondo la cui filosofia il fabbisogno energetico dovrebbe essere soddisfatto favorendo il ricorso a fonti rinnovabili di energia o ad esse assimilate. In un futuro prossimo, inoltre, con la “Certificazione Energetica” si dovrà essere in grado di attestare le prestazioni energetiche di un edificio o di un singolo alloggio. Scopo della memoria è quello di presentare i risultati di una ricerca attualmente in corso presso il Laboratorio di Fisica Ambientale per la Qualità Edilizia avente per oggetto l’analisi delle prestazioni del target energetico della passivhaus (“casa passiva”) e le strategie finalizzate alla sua adozione in area mediterranea.
Atti del CONVEGNO NAZIONALE ABITA 2004
CONVEGNO NAZIONALE ABITA
FIRENZE
20-21 ottobre 2004
F. SCIURPI; C. CARLETTI
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
carlettisciurpi1.pdf

accesso aperto

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Pdf editoriale (Version of record)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 3.45 MB
Formato Adobe PDF
3.45 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2158/16291
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact