Intellettuali, fascismo e idea di "Nazione"