SUL PRINCIPIO DI NON CONTRADDIZIONE. QUALCHE NOTA AGGIUNTA A UNA DIALETTICA IMPROGRESSIVA