PETRARCA, UNGARETTI E IL ROMANZO DEL CANZONIERE