Lionardo Salviati e il teatro: fra corte e accademia