Nel presente lavoro vengono riportati a confronto i risultati ottenuti con una campagna sperimentale condotta su provini in laterizio placcati con composito CFRP e le previsioni fornite da una procedura numerica basata su modelli ampiamente diffusi ed analizzati in letteratura e pertanto di facile accesso ed utilizzo. In particolare sono stati messi a confronto i valori del parametro resistenza alla delaminazione radente allo stato limite ultimo e della lunghezza ottimale di ancoraggio forniti rispettivamente dalla campagna di prove effettuate nell’ambito del progetto RELUIS, dalla procedura numerica proposta e dalle indicazioni della CNR-DT 200/2004. L’analisi dei risultati mostra un buon accordo tra i valori sperimentali e quelli ottenibili con la procedura numerica proposta sebbene questa rappresenti un primo tentativo di approssimazione numerica del problema in esame e debba essere ancora arricchita e adeguata alla modellazione del comportamento fragile caratteristico del materiale laterizio di supporto. Il confronto fra l’evidenza sperimentale e i valori forniti dalle espressioni suggerite dalle CNR- DT 200/2004 mette in evidenza che queste ultime forniscono previsioni a grande vantaggio di sicurezza.

Caratterizzazione della modalità di rottura di elementi in laterizio fibrorinforzati: test sperimentali e simulazioni numeriche / S. Briccoli Bati; M. Fagone. - STAMPA. - (2007), pp. 363-372. ((Intervento presentato al convegno Materiali e Metodi Innovativi nell’Ingegneria Strutturale tenutosi a Catania, Italia nel 4-6 luglio 2007.

Caratterizzazione della modalità di rottura di elementi in laterizio fibrorinforzati: test sperimentali e simulazioni numeriche

BRICCOLI BATI, SILVIA;FAGONE, MARIO
2007

Abstract

Nel presente lavoro vengono riportati a confronto i risultati ottenuti con una campagna sperimentale condotta su provini in laterizio placcati con composito CFRP e le previsioni fornite da una procedura numerica basata su modelli ampiamente diffusi ed analizzati in letteratura e pertanto di facile accesso ed utilizzo. In particolare sono stati messi a confronto i valori del parametro resistenza alla delaminazione radente allo stato limite ultimo e della lunghezza ottimale di ancoraggio forniti rispettivamente dalla campagna di prove effettuate nell’ambito del progetto RELUIS, dalla procedura numerica proposta e dalle indicazioni della CNR-DT 200/2004. L’analisi dei risultati mostra un buon accordo tra i valori sperimentali e quelli ottenibili con la procedura numerica proposta sebbene questa rappresenti un primo tentativo di approssimazione numerica del problema in esame e debba essere ancora arricchita e adeguata alla modellazione del comportamento fragile caratteristico del materiale laterizio di supporto. Il confronto fra l’evidenza sperimentale e i valori forniti dalle espressioni suggerite dalle CNR- DT 200/2004 mette in evidenza che queste ultime forniscono previsioni a grande vantaggio di sicurezza.
Materiali e metodi innovativi nell'ingegneria strutturale
Materiali e Metodi Innovativi nell’Ingegneria Strutturale
Catania, Italia
4-6 luglio 2007
S. Briccoli Bati; M. Fagone
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Briccoli Bati S. Fagone M. MMIIS 2007.pdf

Accesso chiuso

Tipologia: Versione finale referata (Postprint, Accepted manuscript)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 322.18 kB
Formato Adobe PDF
322.18 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/238561
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact