BORELLO Enrico, 2008, Cultura e commercio tra passato e futuro (a cura di) Il Libraccio Ed. Genova. ISBN 8889738200 Le profonde trasformazioni economiche e sociali che si sono verificate negli ultimi anni, hanno generato cambiamenti sostanziali nello stile di vita delle persone, e i servizi di comunicazione che influenzano le opportunità di soddisfare i bisogni e desideri giocano un ruolo strategico. All’inizio del ventunesimo secolo può apparire strano un ritorno alle tradizioni, ma vivendo in momenti difficili, la gente ha bisogno di sicurezze: il fatto di aprirsi ad altre culture porta ad un’esigenza di valorizzare la tipicità di ogni paese e molta pubblicità è influenzata da questo nuovo stile, proponendo immagini e atmosfere familiari; i suoni, i colori, le musiche, tutto è studiato per fare provare sensazioni rassicuranti. L’importanza del Patrimonio Culturale del nostro Paese come generatore di ricchezza è cosa nota. Accanto alla gestione dell’eredità materiale assume sempre più rilevanza l’eredità immateriale fatta di simboli e valori legati al territorio. L’Italia ha una vita culturale dinamica e diffusa e un forte tessuto commerciale fatto di piccole e medie imprese legate al settore ambientale e culturale: sostenerne la crescita e risponde non solo alle esigenze degli operatori economici ma anche di coloro, soprattutto i giovani, che intendono entrare ad operare in questo campo. Uno degli obiettivi di Cultura e commercio tra passato e futuro è appunto quello di favorire l’incontro tra domanda ed offerta di servizi, confrontando le diverse richieste dal mercato e le esperienze maturate dai diversi autori nella valorizzazione di materiali storici e culturali che legano tradizione e commercio. BORELLO Enrico, 2008, Culture and Commerce between past and future, (edited by) Il Libraccio Ed. Genova. ISBN 8889738200 The deep economic and social changes which have occurred in the last few years have remarkably transformed people’s life-style. In this regard, communication services play a strategic role as they increase the opportunities to satisfy social needs and desires. Although at the beginning of the 21st century a return to traditional values may appear odd, it is important to bear in mind that when people live in hard times they look for certainties. Opening up to new cultures solicits a revaluation of the specificity of one’s own country as we can see in publicity. Indeed many ads show familiar images and atmospheres where sounds, colours, music are all laboured to elicit reassuring feelings. The importance of the cultural heritage of our country as bearer of economic wealth is notorious. Besides the management of the material heritage, however, there is also a nonmaterial heritage – made up of symbols and values related to the territory – which is becoming significant. Italy has a dynamic and widespread cultural life and a strong commercial network made up of small and medium enterprises linked to the environmental and cultural sectors. Sustaining this growth responds not only to the requests of the economic operators but above all to the needs of young people who intend to enter and operate in this area. In this regard, one of the objectives of Culture and Commerce between past and futur) is to promote the encounter between supply and demand, by comparing the different market requests and the experience obtained by diverse authors engaged in the development of historical and cultural materials which bind tradition to commerce

Cultura e commercio tra passato e futuro. Atti del convegno / E. Borello. - STAMPA. - (2008), pp. 1-106.

Cultura e commercio tra passato e futuro. Atti del convegno

BORELLO, ENRICO
2008

Abstract

BORELLO Enrico, 2008, Cultura e commercio tra passato e futuro (a cura di) Il Libraccio Ed. Genova. ISBN 8889738200 Le profonde trasformazioni economiche e sociali che si sono verificate negli ultimi anni, hanno generato cambiamenti sostanziali nello stile di vita delle persone, e i servizi di comunicazione che influenzano le opportunità di soddisfare i bisogni e desideri giocano un ruolo strategico. All’inizio del ventunesimo secolo può apparire strano un ritorno alle tradizioni, ma vivendo in momenti difficili, la gente ha bisogno di sicurezze: il fatto di aprirsi ad altre culture porta ad un’esigenza di valorizzare la tipicità di ogni paese e molta pubblicità è influenzata da questo nuovo stile, proponendo immagini e atmosfere familiari; i suoni, i colori, le musiche, tutto è studiato per fare provare sensazioni rassicuranti. L’importanza del Patrimonio Culturale del nostro Paese come generatore di ricchezza è cosa nota. Accanto alla gestione dell’eredità materiale assume sempre più rilevanza l’eredità immateriale fatta di simboli e valori legati al territorio. L’Italia ha una vita culturale dinamica e diffusa e un forte tessuto commerciale fatto di piccole e medie imprese legate al settore ambientale e culturale: sostenerne la crescita e risponde non solo alle esigenze degli operatori economici ma anche di coloro, soprattutto i giovani, che intendono entrare ad operare in questo campo. Uno degli obiettivi di Cultura e commercio tra passato e futuro è appunto quello di favorire l’incontro tra domanda ed offerta di servizi, confrontando le diverse richieste dal mercato e le esperienze maturate dai diversi autori nella valorizzazione di materiali storici e culturali che legano tradizione e commercio. BORELLO Enrico, 2008, Culture and Commerce between past and future, (edited by) Il Libraccio Ed. Genova. ISBN 8889738200 The deep economic and social changes which have occurred in the last few years have remarkably transformed people’s life-style. In this regard, communication services play a strategic role as they increase the opportunities to satisfy social needs and desires. Although at the beginning of the 21st century a return to traditional values may appear odd, it is important to bear in mind that when people live in hard times they look for certainties. Opening up to new cultures solicits a revaluation of the specificity of one’s own country as we can see in publicity. Indeed many ads show familiar images and atmospheres where sounds, colours, music are all laboured to elicit reassuring feelings. The importance of the cultural heritage of our country as bearer of economic wealth is notorious. Besides the management of the material heritage, however, there is also a nonmaterial heritage – made up of symbols and values related to the territory – which is becoming significant. Italy has a dynamic and widespread cultural life and a strong commercial network made up of small and medium enterprises linked to the environmental and cultural sectors. Sustaining this growth responds not only to the requests of the economic operators but above all to the needs of young people who intend to enter and operate in this area. In this regard, one of the objectives of Culture and Commerce between past and futur) is to promote the encounter between supply and demand, by comparing the different market requests and the experience obtained by diverse authors engaged in the development of historical and cultural materials which bind tradition to commerce
9788889738207
E. Borello
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Atti_Cultura_e_Commercio_2007.pdf

Accesso chiuso

Tipologia: Versione finale referata (Postprint, Accepted manuscript)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 2.55 MB
Formato Adobe PDF
2.55 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/331662
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact