L'ultima poesia in dialetto di Cesare Ruffato