L'assenza degli amici e l'otium nelle ville (Cicerone, Fam. 7, 1; Seneca, Epist. 55)