La nozione di orge e di aorgesia in Aristotele e in Plutarco