G. DESSì - M. LAI, UN GIOCO DELLE PARTI