A proposito di Anthologia latina 236 R e degli epigrammi attribuiti a Seneca