A proposito di "borghesi" ed elettori. Osservazioni sul caso toscano