Il progetto come problema filologico