Poetica e poesia nella "Gerusalemme liberata": una lettura sintomatica