Per Ruggero Jacobbi, poeta e critico