Nel Quattrocento gli schemi con i quali vengono composte le facciate dei palazzi fiorentini dipendono ancora largamente dalla tradizione architettonica sviluppata nei due secoli precedenti. In questi schemi assumono rilievo soprattutto la configurazione e il disegno di alcuni dettagli, tra i quali i portali e le finestre, i paramenti lapidei, i cantonali. Nel corso del secolo la loro individualità tende progressivamente a crescere facendone dei veri e propri elementi stilistici, spesso grazie al contributo innovativo di alcune architetture-guida, come il palazzo di Parte Guelfa di Brunelleschi, il palazzo Medici o il palazzo Rucellai. Alla fine del Quattrocento questa tendenza conduce a stabilire un modello di residenza nel quale la caratterizzazione dei prospetti è affidata alle cornici dei portali e delle finestre e ai cantonali bugnati, piuttosto che all’impiego di costosi paramenti in pietra, aprendo la strada all’evoluzione cinquecentesca del palazzo.

Il disegno delle facciate nei palazzi fiorentini del Quattrocento / G. Belli. - In: OPUS INCERTUM. - ISSN 2035-9217. - STAMPA. - 4:(2007), pp. 18-29.

Il disegno delle facciate nei palazzi fiorentini del Quattrocento

BELLI, GIANLUCA
2007

Abstract

Nel Quattrocento gli schemi con i quali vengono composte le facciate dei palazzi fiorentini dipendono ancora largamente dalla tradizione architettonica sviluppata nei due secoli precedenti. In questi schemi assumono rilievo soprattutto la configurazione e il disegno di alcuni dettagli, tra i quali i portali e le finestre, i paramenti lapidei, i cantonali. Nel corso del secolo la loro individualità tende progressivamente a crescere facendone dei veri e propri elementi stilistici, spesso grazie al contributo innovativo di alcune architetture-guida, come il palazzo di Parte Guelfa di Brunelleschi, il palazzo Medici o il palazzo Rucellai. Alla fine del Quattrocento questa tendenza conduce a stabilire un modello di residenza nel quale la caratterizzazione dei prospetti è affidata alle cornici dei portali e delle finestre e ai cantonali bugnati, piuttosto che all’impiego di costosi paramenti in pietra, aprendo la strada all’evoluzione cinquecentesca del palazzo.
4
18
29
G. Belli
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Opus Incertum 4.pdf

Accesso chiuso

Tipologia: Versione finale referata (Postprint, Accepted manuscript)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 6.46 MB
Formato Adobe PDF
6.46 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/354042
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact