Viene proposta una lettura critica dei testi delle canzoni di Francesco Guccini attraverso le piante che vi sono citate. L'assunto è che le specie vegetali possano essere utilizzate come chiave di lettura non solo di un ambiente, di una fitocenosi o di un paesaggio, ma anche di un prodotto dell'intelletto umano.

Nuove riflessioni su un approccio botanico alla canzone d’autore. Di rose, castagne, incenso e di altre sciocchezze: le piante di Francesco Guccini / M.A.Signorini. - In: BOLLETTINO DELL'ACCADEMIA DEGLI EUTELETI DELLA CITTÀ DI SAN MINIATO. - ISSN 2281-521X. - STAMPA. - 76:(2009), pp. 241-261.

Nuove riflessioni su un approccio botanico alla canzone d’autore. Di rose, castagne, incenso e di altre sciocchezze: le piante di Francesco Guccini.

SIGNORINI, MARIA ADELE
2009

Abstract

Viene proposta una lettura critica dei testi delle canzoni di Francesco Guccini attraverso le piante che vi sono citate. L'assunto è che le specie vegetali possano essere utilizzate come chiave di lettura non solo di un ambiente, di una fitocenosi o di un paesaggio, ma anche di un prodotto dell'intelletto umano.
76
241
261
M.A.Signorini
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/369443
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact