Il contributo, diviso in due parti per esigenze editoriali, ripercorre le fasi della decorazione della chiesa dei domenicani a San Miniato (Pisa) dalla metà del Trecento fino al primo quarto del secolo successivo. Il primo di questi riferimenti cronologici coincide con l'acquisizione della città da parte della Repubblica Fiorentina e segna l'avvio di una crescente presenza di artisti fiorentini: Jacopo di Cione, Giovanni Bonsi, il Maestro della Madonna Lazzaroni, Mariotto di Nardo, Cenni di Francesco, Lippo d'Andrea, tutti attivi nella chiesa dei domenicani. Nel contributo si ricostruiscono le vicende degli incarichi ottenuti da ciascuno, con precisazioni relative alla classificazione critica di opere di incerta attribuzione e alla ricostruzione di complessi smembrati. Il lavoro è supportato dalla ricognizione dei documenti d'archivio, grazie alla quale è stato possibile -tra l'altro- confermare definitivamente l'identificazione del pittore già indicato con la denominazione provvisoria di Pseudo-Ambrogio di Baldese con Lippo d'Andrea e ricostruire le vicende storiche sottese alla realizzazione di un affresco con il vicario Luigi Guicciardini circodato da Virtù nel Palazzo Pubblico della stessa città nel 1393, pochi anni dopo sottoposto a una esemplare damnatio memoriae.

Gli affreschi della chiesa di San Domenico a San Miniato: un capitolo poco noto della pittura fiorentina fra Tre e Quattrocento (parte I) / Chiodo, STELLA SONIA. - In: ARTE CRISTIANA. - ISSN 0004-3400. - STAMPA. - 96:(2008), pp. 35-48.

Gli affreschi della chiesa di San Domenico a San Miniato: un capitolo poco noto della pittura fiorentina fra Tre e Quattrocento (parte I)

CHIODO, STELLA SONIA
2008

Abstract

Il contributo, diviso in due parti per esigenze editoriali, ripercorre le fasi della decorazione della chiesa dei domenicani a San Miniato (Pisa) dalla metà del Trecento fino al primo quarto del secolo successivo. Il primo di questi riferimenti cronologici coincide con l'acquisizione della città da parte della Repubblica Fiorentina e segna l'avvio di una crescente presenza di artisti fiorentini: Jacopo di Cione, Giovanni Bonsi, il Maestro della Madonna Lazzaroni, Mariotto di Nardo, Cenni di Francesco, Lippo d'Andrea, tutti attivi nella chiesa dei domenicani. Nel contributo si ricostruiscono le vicende degli incarichi ottenuti da ciascuno, con precisazioni relative alla classificazione critica di opere di incerta attribuzione e alla ricostruzione di complessi smembrati. Il lavoro è supportato dalla ricognizione dei documenti d'archivio, grazie alla quale è stato possibile -tra l'altro- confermare definitivamente l'identificazione del pittore già indicato con la denominazione provvisoria di Pseudo-Ambrogio di Baldese con Lippo d'Andrea e ricostruire le vicende storiche sottese alla realizzazione di un affresco con il vicario Luigi Guicciardini circodato da Virtù nel Palazzo Pubblico della stessa città nel 1393, pochi anni dopo sottoposto a una esemplare damnatio memoriae.
96
35
48
Goal 4: Quality education
Chiodo, STELLA SONIA
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2008_CHIODO_San Miniato_I parte_opt.pdf

Accesso chiuso

Descrizione: arcticolo dedicato alla decorazione trecentesca della chiesa dei santi Jacopo e Lucia a San Miniato (Pisa)
Tipologia: Pdf editoriale (Version of record)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 4.2 MB
Formato Adobe PDF
4.2 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2158/385731
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 1
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact