Ai sostenitori delle “mode” vorremmo dire che il progetto d’architettura coerente si è sempre mosso sulle tracce di Valery e Perret che pur da bande opposte finirono con il concludere che solo “chi senza tradire i materiali e i programmi del proprio tempo riuscisse a produrre un’opera che sembri sempre esistita, potrà ritenersi soddisfatto”. Che vuol dire prima di tutto operare in maniera “classica”. Che non significa avvalersi degli archi e delle colonne ma operare attraverso la sensibilità di un “classicismo perenne” pervenendo a un’ architettura che travalichi le mode per raggiungere la propria identità non anticipando, posticipando o aderendo a una tendenza, quanto ponendosi, attraverso un controllo rigoroso e “classico” dell’operazione progettuale, quale segno “perenne” e non “storico”, trascendente la stagione temporale in cui è stato concepito.

Commento e analisi critica al Laboratorio di Progettazione Architettonica del 2° anno nella Facoltà di Architettura di Firenze / A. MANFREDINI. - In: FIRENZE ARCHITETTURA. - ISSN 1826-0772. - STAMPA. - 1(2010), pp. 18-19.

Commento e analisi critica al Laboratorio di Progettazione Architettonica del 2° anno nella Facoltà di Architettura di Firenze

MANFREDINI, ALBERTO
2010

Abstract

Ai sostenitori delle “mode” vorremmo dire che il progetto d’architettura coerente si è sempre mosso sulle tracce di Valery e Perret che pur da bande opposte finirono con il concludere che solo “chi senza tradire i materiali e i programmi del proprio tempo riuscisse a produrre un’opera che sembri sempre esistita, potrà ritenersi soddisfatto”. Che vuol dire prima di tutto operare in maniera “classica”. Che non significa avvalersi degli archi e delle colonne ma operare attraverso la sensibilità di un “classicismo perenne” pervenendo a un’ architettura che travalichi le mode per raggiungere la propria identità non anticipando, posticipando o aderendo a una tendenza, quanto ponendosi, attraverso un controllo rigoroso e “classico” dell’operazione progettuale, quale segno “perenne” e non “storico”, trascendente la stagione temporale in cui è stato concepito.
1
18
19
A. MANFREDINI
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
FI_AR_10.pdf

accesso aperto

Tipologia: Pdf editoriale (Version of record)
Licenza: Open Access
Dimensione 896.89 kB
Formato Adobe PDF
896.89 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/394116
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact