Con la Lessicografia della Crusca in Rete l’Accademia della Crusca pubblica sul web il contenuto delle cinque edizioni del Vocabolario degli Accademici. Il lavoro di informatizzazione, già realizzato per la prima edizione, è stato esteso alle successive tre (1623, 1691, 1729-1738), così da permetterne l’interrogazione in modo sistematico e rapido, con ricerche avanzate che consentono di selezionare sezioni specifiche di ogni edizione del Vocabolario (definizioni, esempi, parole greche e latine, forestierismi, locuzioni, proverbi, parole dell’uso vivo, fonti); ma anche di confrontare costantemente le diverse edizioni. Sarà così possibile seguire con precisione le tappe evolutive del lavoro lessicografico degli accademici e insieme i cambiamenti dell’italiano da loro registrati nel corso dei secoli. Il progetto prevede anche una banca dati per immagini delle cinque edizioni: le circa 20.000 pagine complessive potranno essere così “sfogliate” in rete come veri e propri volumi virtuali, ma si potrà anche accedere ai vari lemmi con un apposito motore di ricerca che individuerà automaticamente la pagina relativa alla parola ricercata, in una specifica edizione o in tutte, consentendo così ancora una volta un confronto proficuo per cogliere l’evoluzione delle singole voci dalla prima (1612) all’ultima edizione (1863-1923). Per la parte informatica l’Accademia si è avvalsa della collaborazione dell’Opera del Vocabolario Italiano nella fase di progettazione della banca dati e per la messa a punto del sistema di marcatura XML/TEI. Il motore di ricerca e di consultazione è stato sviluppato in collaborazione con il MICC - Media Integration and Communication Center dell’Università degli Studi di Firenze. Il progetto è stato finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri sui fondi dell'Otto per Mille.

La lessicografia della Crusca in rete. Edizione elettronica delle cinque edizioni del "Vocabolario degli Accademici della Crusca" (1612, 1623, 1691, 1729-1738, 1863-1923), a cura di M.Biffi e M. Fanfani / M. Biffi; M. Fanfani. - ELETTRONICO. - (2006), pp. 0-0. [10.23833/BD/LESSICOGRAFIA]

La lessicografia della Crusca in rete. Edizione elettronica delle cinque edizioni del "Vocabolario degli Accademici della Crusca" (1612, 1623, 1691, 1729-1738, 1863-1923), a cura di M.Biffi e M. Fanfani

BIFFI, MARCO;FANFANI, MASSIMO
2006

Abstract

Con la Lessicografia della Crusca in Rete l’Accademia della Crusca pubblica sul web il contenuto delle cinque edizioni del Vocabolario degli Accademici. Il lavoro di informatizzazione, già realizzato per la prima edizione, è stato esteso alle successive tre (1623, 1691, 1729-1738), così da permetterne l’interrogazione in modo sistematico e rapido, con ricerche avanzate che consentono di selezionare sezioni specifiche di ogni edizione del Vocabolario (definizioni, esempi, parole greche e latine, forestierismi, locuzioni, proverbi, parole dell’uso vivo, fonti); ma anche di confrontare costantemente le diverse edizioni. Sarà così possibile seguire con precisione le tappe evolutive del lavoro lessicografico degli accademici e insieme i cambiamenti dell’italiano da loro registrati nel corso dei secoli. Il progetto prevede anche una banca dati per immagini delle cinque edizioni: le circa 20.000 pagine complessive potranno essere così “sfogliate” in rete come veri e propri volumi virtuali, ma si potrà anche accedere ai vari lemmi con un apposito motore di ricerca che individuerà automaticamente la pagina relativa alla parola ricercata, in una specifica edizione o in tutte, consentendo così ancora una volta un confronto proficuo per cogliere l’evoluzione delle singole voci dalla prima (1612) all’ultima edizione (1863-1923). Per la parte informatica l’Accademia si è avvalsa della collaborazione dell’Opera del Vocabolario Italiano nella fase di progettazione della banca dati e per la messa a punto del sistema di marcatura XML/TEI. Il motore di ricerca e di consultazione è stato sviluppato in collaborazione con il MICC - Media Integration and Communication Center dell’Università degli Studi di Firenze. Il progetto è stato finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri sui fondi dell'Otto per Mille.
M. Biffi; M. Fanfani
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2158/395061
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact