Alcune considerazioni sulla teoria delle relazioni oggettuali di Otto Kernberg