Formalismo e naturalità nel Parco di Pratolino