Il filo del tempo. Sul modello del corpo in Gilles Deleuze