La centralità “metalmeccanica” tra realtà e archetipo sindacale