Il manierismo linguistico di «: riflessi»