I VADs: nuova opzioneterapeutica per il paziente con scompenso cardiaco refrattario