In questo lavoro è stato testato un nuovo modello di stima del rischio di innesco degli incendi boschivi. Il modello, basato su un algoritmo di massima entropia implementato nel software Maxent, esamina la distribuzione territoriale dei fattori predisponenti e valuta l’importanza dei singoli fattori di innesco

Applicazione di un algoritmo di massima entropia per la stima del rischio di innesco degli incendi boschivi / C. Foderi; E. Marchi; D. Travaglini. - ELETTRONICO. - (2013), pp. 93-93. ((Intervento presentato al convegno IX Congresso Nazionale SISEF, Multifunzionalità degli Ecosistemi Forestali Montani: Sfide e Opportunità per la Ricerca e lo Sviluppo tenutosi a Libera Università di Bolzano, Bolzano, Italy nel 16-19 Settembre 2013.

Applicazione di un algoritmo di massima entropia per la stima del rischio di innesco degli incendi boschivi

FODERI, CRISTIANO;MARCHI, ENRICO;TRAVAGLINI, DAVIDE
2013

Abstract

In questo lavoro è stato testato un nuovo modello di stima del rischio di innesco degli incendi boschivi. Il modello, basato su un algoritmo di massima entropia implementato nel software Maxent, esamina la distribuzione territoriale dei fattori predisponenti e valuta l’importanza dei singoli fattori di innesco
IX Congresso Nazionale SISEF, Multifunzionalità degli Ecosistemi Forestali Montani: Sfide e Opportunità per la Ricerca e lo Sviluppo, Comunicazioni Orali - Riassunti
IX Congresso Nazionale SISEF, Multifunzionalità degli Ecosistemi Forestali Montani: Sfide e Opportunità per la Ricerca e lo Sviluppo
Libera Università di Bolzano, Bolzano, Italy
16-19 Settembre 2013
C. Foderi; E. Marchi; D. Travaglini
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2013_Foderi_SISEF_Orale_Incendi.pdf

Accesso chiuso

Tipologia: Altro
Licenza: DRM non definito
Dimensione 1.12 MB
Formato Adobe PDF
1.12 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/817553
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact