Il contributo si propone di analizzare le non poche problematiche sottese all'art. 57, comma 1, della Costituzione, laddove prevede che il Senato è eletto "a base regionale"; in particolare, ricostruita la genesi storica di tale previsione, il lavoro si sofferma, in particolare, sui vincoli che essa ha esercitato sulla legislazione elettorale, fino alla discutibile scelta della l. 270/2005 di prevedere per il Senato un sistema di premi di maggioranza regionali.

La base regionale dell'elezione del Senato: uno "scoglio" costituzionale per la legislazione elettorale in attesa di una futura (ma incerta) revisione dell'assetto bicamerale del Parlamento / Giovanni Tarli Barbieri. - In: LE REGIONI. - ISSN 0391-7576. - STAMPA. - (2013), pp. 495-507.

La base regionale dell'elezione del Senato: uno "scoglio" costituzionale per la legislazione elettorale in attesa di una futura (ma incerta) revisione dell'assetto bicamerale del Parlamento

TARLI BARBIERI, GIOVANNI
2013

Abstract

Il contributo si propone di analizzare le non poche problematiche sottese all'art. 57, comma 1, della Costituzione, laddove prevede che il Senato è eletto "a base regionale"; in particolare, ricostruita la genesi storica di tale previsione, il lavoro si sofferma, in particolare, sui vincoli che essa ha esercitato sulla legislazione elettorale, fino alla discutibile scelta della l. 270/2005 di prevedere per il Senato un sistema di premi di maggioranza regionali.
495
507
Giovanni Tarli Barbieri
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/844308
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact