Ricognizione sull'utilizzo della forma epistolare nella letteratura cristiana antica, in rapporto ai precedenti classici (Cicerone, Seneca, Plinio il Giovane). esame degli epistoalri di Gerolamo, Ambrogio, Paolino di Nola; i cicli epistolari, il caso di Egeria, le lettere talismano.

Un genere senza confini. L'epistolografia negli autori cristiani di IV e V secolo / E. Giannarelli. - STAMPA. - (2003), pp. 33-52. ((Intervento presentato al convegno Seminario presso il Dipartimento di Culture comparate e Cofin MIUR tenutosi a L'Aquila nel 5-6 novembre 2001.

Un genere senza confini. L'epistolografia negli autori cristiani di IV e V secolo

GIANNARELLI, ELENA
2003

Abstract

Ricognizione sull'utilizzo della forma epistolare nella letteratura cristiana antica, in rapporto ai precedenti classici (Cicerone, Seneca, Plinio il Giovane). esame degli epistoalri di Gerolamo, Ambrogio, Paolino di Nola; i cicli epistolari, il caso di Egeria, le lettere talismano.
Forme letterarie nella produzione latina di IV-V secolo. Con uno sguardo a Bisanzio
Seminario presso il Dipartimento di Culture comparate e Cofin MIUR
L'Aquila
5-6 novembre 2001
E. Giannarelli
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/9906
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact