La città di San Giovanni d’Acri, oggi Akko, situata nel nord di Israele, è stata approdo per la Terrasanta e capitale economica dell’area nel periodo crociato. Tuttavia, l'importanza di città portuale è venuta meno negli ultimi secoli, comportando una notevole evoluzione storica e funzionale che ha trasformato la fisionomia della città. Rispetto alle descrizioni del Portolano pisano "Lo compasso da navegare" del XIII secolo, libro marittimo che descrive coste, porti, correnti, fondali e condizioni del tempo, molte architetture chiave che guidavano la rotta nell’attracco al porto oggi sono significativamente modificate, se non totalmente elise. Nel nostro progetto siamo andate a ricercare queste architetture costiere descritte come punti di riferimento, quali la chiesa di Sant’Andrea e la Torre delle Mosche. Il rilievo del Sant’Andrea ha portato alla luce discontinuità compositive rispetto alle descrizioni storiche, lasciando supporre che si trovi altrove, aprendo ulteriori ed interessanti percorsi di studio. Anche la Torre delle Mosche viene identificata in una struttura che non conferma la sua descrizione originaria, ed in questo caso la fase di rilievo è stata svolta fin dall’inizio con l'obiettivo di rintracciare l’antica torre. Trovandosi davanti ad una città così trasformata ed osservandola con lo sguardo di chi si accinge all'approdo, ci chiediamo se sia possibile ripensare ad un progetto che possa far riemergere quegli elementi che la caratterizzavano come città portuale e che le conferivano una propria identità. Per fare ciò è sicuramente necessario tornare a rileggere e ripensare una città portuale dal suo elemento caratterizzante: il mare. Da qui inevitabilmente si pongono le basi per un’ipotesi di progetto e riqualificazione del Waterfront, ad ora avviata con una prima fase di studio morfologico e antico fisico e chimico delle strutture prese in esame. During the crusader period, the city of Saint John of Acri - or Akko - in the North of Israel, was the most important harbour and economic center of the Holy Land. Throughout the last centuries, however, the city gradually lost its functions and its architectural shape has consequently deeply changed. The Pisan “portolano”, "Lo compasso da navegare”- a book written in the XIII century containing descriptions of the nautical routes - explains how to identify the right way to enter the harbour using some main architectures as reference points. Throughout the years, these architectures have been deeply modified or even destroyed. The goal of the project was to geographically find two main ancient architectures - Saint Andrew’s church and the Tower of Flies - and map their original shapes. The survey of Saint Andrew’s church showed several architectural differences compared to the one descripted in the book. For this reason, we assumed that they are two different churches, and the ancient one is somewhere else. The Tower of Flies is now the name of an architecture that is not the original one. Our goal was to find the ancient tower. The overall purpose of the project is to find and map the ancient identity of Akko, hidden behind its current shape, adopting the perspective of the sailors, who explored the city coming from the sea.

Il nuovo orizzonte del porto crociato di San Giovanni d’Acri / Marta Zerbini, Alessandra Vezzi. - ELETTRONICO. - (2018), pp. 213-221. ((Intervento presentato al convegno The Seventh International Symposium Monitoring of Mediterranean Coastal Areas. Problems and Measurement Techniques tenutosi a Livorno, Italy nel June 19-20-21, 2018 [10.36253/978-88-6453-811-2].

Il nuovo orizzonte del porto crociato di San Giovanni d’Acri

Marta Zerbini
;
Alessandra Vezzi
2018

Abstract

La città di San Giovanni d’Acri, oggi Akko, situata nel nord di Israele, è stata approdo per la Terrasanta e capitale economica dell’area nel periodo crociato. Tuttavia, l'importanza di città portuale è venuta meno negli ultimi secoli, comportando una notevole evoluzione storica e funzionale che ha trasformato la fisionomia della città. Rispetto alle descrizioni del Portolano pisano "Lo compasso da navegare" del XIII secolo, libro marittimo che descrive coste, porti, correnti, fondali e condizioni del tempo, molte architetture chiave che guidavano la rotta nell’attracco al porto oggi sono significativamente modificate, se non totalmente elise. Nel nostro progetto siamo andate a ricercare queste architetture costiere descritte come punti di riferimento, quali la chiesa di Sant’Andrea e la Torre delle Mosche. Il rilievo del Sant’Andrea ha portato alla luce discontinuità compositive rispetto alle descrizioni storiche, lasciando supporre che si trovi altrove, aprendo ulteriori ed interessanti percorsi di studio. Anche la Torre delle Mosche viene identificata in una struttura che non conferma la sua descrizione originaria, ed in questo caso la fase di rilievo è stata svolta fin dall’inizio con l'obiettivo di rintracciare l’antica torre. Trovandosi davanti ad una città così trasformata ed osservandola con lo sguardo di chi si accinge all'approdo, ci chiediamo se sia possibile ripensare ad un progetto che possa far riemergere quegli elementi che la caratterizzavano come città portuale e che le conferivano una propria identità. Per fare ciò è sicuramente necessario tornare a rileggere e ripensare una città portuale dal suo elemento caratterizzante: il mare. Da qui inevitabilmente si pongono le basi per un’ipotesi di progetto e riqualificazione del Waterfront, ad ora avviata con una prima fase di studio morfologico e antico fisico e chimico delle strutture prese in esame. During the crusader period, the city of Saint John of Acri - or Akko - in the North of Israel, was the most important harbour and economic center of the Holy Land. Throughout the last centuries, however, the city gradually lost its functions and its architectural shape has consequently deeply changed. The Pisan “portolano”, "Lo compasso da navegare”- a book written in the XIII century containing descriptions of the nautical routes - explains how to identify the right way to enter the harbour using some main architectures as reference points. Throughout the years, these architectures have been deeply modified or even destroyed. The goal of the project was to geographically find two main ancient architectures - Saint Andrew’s church and the Tower of Flies - and map their original shapes. The survey of Saint Andrew’s church showed several architectural differences compared to the one descripted in the book. For this reason, we assumed that they are two different churches, and the ancient one is somewhere else. The Tower of Flies is now the name of an architecture that is not the original one. Our goal was to find the ancient tower. The overall purpose of the project is to find and map the ancient identity of Akko, hidden behind its current shape, adopting the perspective of the sailors, who explored the city coming from the sea.
Seventh International Symposium "Monitoring of Mediterranean Coastal Areas. Problems and Measurement Techniques"
The Seventh International Symposium Monitoring of Mediterranean Coastal Areas. Problems and Measurement Techniques
Livorno, Italy
June 19-20-21, 2018
Marta Zerbini, Alessandra Vezzi
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2018 paper-il nuovo orizzonte del porto crociato di akko.pdf

accesso aperto

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Pdf editoriale (Version of record)
Licenza: Open Access
Dimensione 644 kB
Formato Adobe PDF
644 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2158/1184471
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact