Che impatto ha – e avrà in futuro – l’A.I. sulla produzione del diritto politico? Quali effetti determina il ricorso agli algoritmi nel procedimento legislativo, nelle strategie dei gruppi parlamentari e nella formazione dell’opinione pubblica? Le virtù della Rete sono in grado di curare la “crisi” della rappresentanza politica generale? Stiamo assistendo – o assisteremo in futuro – all’avvento di una nuova “democrazia algoritmica”? Il saggio cerca di rispondere a queste domande e si interroga sulla compatibilità dell’attuale realtà della democrazia in Rete con le principali concezioni democratiche, ricavando da esse la proposta di “puntellare” gli istituti della rappresentanza con i nuovi fattori di legittimazione che le ICT sono in grado di fornire sia sul versante della partecipazione (input), che su quello della responsabilità politica (output). Si chiude con uno sguardo sugli scenari futuri della produzione del diritto politico, suggerendo che le pur possibili distopie determinate dalla pervasività delle nuove tecnologie potranno trovare un argine adeguato nel pluralismo e nei capisaldi della democrazia rappresentativa. What impact does A.I. have - and will it have in the future - on the production of political law? What effects does the use of algorithms have on the legislative process, on the strategies of parliamentary groups and on the formation of public opinion? Are the virtues of the Net able to cure the 'crisis' of general political representation? Are we witnessing - or will we in the future - the advent of a new "algorithmic democracy"? The essay tries to answer these questions and questions the compatibility of the current reality of democracy on the Net with the main democratic conceptions, drawing from them the proposal to "shore up" the institutions of representation with the new legitimation factors that ICTs are able to provide both in terms of participation (input) and political responsibility (output). It closes with a look at the future scenarios of the production of political law, suggesting that the possible dystopias determined by the pervasiveness of new technologies will be able to find an adequate bank in pluralism and in the cornerstones of representative democracy.

“Decisione algoritmica” vs decisione politica. A.I., Legge, Democrazia / Andrea Cardone. - STAMPA. - (2021), pp. 1-180.

“Decisione algoritmica” vs decisione politica. A.I., Legge, Democrazia

Andrea Cardone
2021

Abstract

Che impatto ha – e avrà in futuro – l’A.I. sulla produzione del diritto politico? Quali effetti determina il ricorso agli algoritmi nel procedimento legislativo, nelle strategie dei gruppi parlamentari e nella formazione dell’opinione pubblica? Le virtù della Rete sono in grado di curare la “crisi” della rappresentanza politica generale? Stiamo assistendo – o assisteremo in futuro – all’avvento di una nuova “democrazia algoritmica”? Il saggio cerca di rispondere a queste domande e si interroga sulla compatibilità dell’attuale realtà della democrazia in Rete con le principali concezioni democratiche, ricavando da esse la proposta di “puntellare” gli istituti della rappresentanza con i nuovi fattori di legittimazione che le ICT sono in grado di fornire sia sul versante della partecipazione (input), che su quello della responsabilità politica (output). Si chiude con uno sguardo sugli scenari futuri della produzione del diritto politico, suggerendo che le pur possibili distopie determinate dalla pervasività delle nuove tecnologie potranno trovare un argine adeguato nel pluralismo e nei capisaldi della democrazia rappresentativa. What impact does A.I. have - and will it have in the future - on the production of political law? What effects does the use of algorithms have on the legislative process, on the strategies of parliamentary groups and on the formation of public opinion? Are the virtues of the Net able to cure the 'crisis' of general political representation? Are we witnessing - or will we in the future - the advent of a new "algorithmic democracy"? The essay tries to answer these questions and questions the compatibility of the current reality of democracy on the Net with the main democratic conceptions, drawing from them the proposal to "shore up" the institutions of representation with the new legitimation factors that ICTs are able to provide both in terms of participation (input) and political responsibility (output). It closes with a look at the future scenarios of the production of political law, suggesting that the possible dystopias determined by the pervasiveness of new technologies will be able to find an adequate bank in pluralism and in the cornerstones of representative democracy.
979-12-5976-063-0
1
180
Goal 16: Peace, justice and strong institutions
Andrea Cardone
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Cardone testo e copertina.pdf

Accesso chiuso

Descrizione: Testo della monografia
Tipologia: Pdf editoriale (Version of record)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 987.82 kB
Formato Adobe PDF
987.82 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2158/1242580
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact