Oggetti attivi. Sulla singolarità delle opere d'arte