La tesi presenta un confronto tra le modalità di costruzione testuale della lingua italiana spontanea parlata e di quella scritta del web poco controllata e non autoriale. Le due varietà sono comparate allo scopo di individuare caratteristiche proprie delle strutture testuali della comunicazione spontanea, indipendentemente dal mezzo utilizzato: grazie ad analisi empiriche, vengono confrontati il discorso orale e la comunicazione mediata dal computer, spesso considerata una varietà intermedia tra lo scritto (neo)standard e il parlato. L’analisi parte dall’individuazione su corpus di strutture testualmente ampie della comunicazione parlata, prevalentemente monologiche: sequenze che si estendono oltre i confini dell’enunciato in cui la lingua parlata si configura come testo, grazie all’unitarietà pragmatico-testuale che le contraddistingue. Successivamente, si vanno ad indagare nella scrittura online eventuali analogie con quelle costruzioni estese e articolate, come la descrizione, la narrazione e le forme di “pensiero parlato”, che caratterizzano la costruzione del testo nell’oralità; all’interno dei vari generi del web, vengono valutati il grado e le tipologie di tali analogie, con un confronto con i parametri testuali del parlato.

Le unità del parlato e dello scritto mediato dal computer a confronto. La dimensione testuale della comunicazione spontanea / Valentina Saccone. - (2021).

Le unità del parlato e dello scritto mediato dal computer a confronto. La dimensione testuale della comunicazione spontanea.

Valentina Saccone
2021

Abstract

La tesi presenta un confronto tra le modalità di costruzione testuale della lingua italiana spontanea parlata e di quella scritta del web poco controllata e non autoriale. Le due varietà sono comparate allo scopo di individuare caratteristiche proprie delle strutture testuali della comunicazione spontanea, indipendentemente dal mezzo utilizzato: grazie ad analisi empiriche, vengono confrontati il discorso orale e la comunicazione mediata dal computer, spesso considerata una varietà intermedia tra lo scritto (neo)standard e il parlato. L’analisi parte dall’individuazione su corpus di strutture testualmente ampie della comunicazione parlata, prevalentemente monologiche: sequenze che si estendono oltre i confini dell’enunciato in cui la lingua parlata si configura come testo, grazie all’unitarietà pragmatico-testuale che le contraddistingue. Successivamente, si vanno ad indagare nella scrittura online eventuali analogie con quelle costruzioni estese e articolate, come la descrizione, la narrazione e le forme di “pensiero parlato”, che caratterizzano la costruzione del testo nell’oralità; all’interno dei vari generi del web, vengono valutati il grado e le tipologie di tali analogie, con un confronto con i parametri testuali del parlato.
Angela Ferrari, Alessandro Panunzi
ITALIA
Valentina Saccone
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
SACCONE_Tesi dottorato.pdf

Accesso chiuso

Tipologia: Versione finale referata (Postprint, Accepted manuscript)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 3.15 MB
Formato Adobe PDF
3.15 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in FLORE sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2158/1274364
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact