IDENTITÀ E DE/REALTÀ IN CARLO MALTESE